1. Sei in Home
  2. >
  3. In Movimento
  4. >
  5. Palestre che promuovono salute
logo ssr
Scopri le strutture in Emilia-Romagna
Palestre e Associazioni sportive che Promuovono Salute (PPS)
image

Sono le palestre e associazioni sportive, che, dopo aver aderito volontariamente al “Codice Etico delle Palestre e delle Associazioni sportive che Promuovono Salute” e garantendo la presenza di laureati in scienze motorie (le palestre) o di personale in possesso dei requisiti previsti dalle leggi nazionali e regionali in materia (le associazioni), operano in rete tra loro e collaborano con le Aziende USL e gli altri Enti Pubblici in programmi e iniziative di promozione della salute.
A lato il logo che identifica le Palestre e Associazioni sportive che Promuovono Salute.

Il Codice Etico

1. svolgere la propria attività in base a principi generali di comportamento orientati alla promozione della salute;

2. attenersi ai principi di equità e non discriminazione degli utenti, offrendo modalità di accesso che facilitino l’inclusione di tutti i cittadini;

3. operare in rete con le altre palestre e associazioni sportive che promuovono salute e con Enti locali, Regione Emilia-Romagna e Aziende sanitarie per programmi, progetti e iniziative connessi alla promozione della salute;

4. non esporre i cittadini a prodotti o messaggi in contrasto con la promozione della salute; sotto questo aspetto non pubblicizzano, incoraggiano l’uso o commercializzano – all’interno della struttura sportiva o in altri locali – bevande a contenuto alcolico, integratori proteici, energy drink (anche in eventuali distributori automatici), né collocano dispositivi automatici per il gioco d’azzardo. Incoraggiano il consumo di acqua e bevande a base di frutta e verdura, senza zuccheri aggiunti;

5. qualora all’interno della struttura siano attivi bar o esercizi di ristorazione, anche i gestori di queste attività si impegnano a:
– non somministrare o vendere alcolici ai minori di anni 18;
– prevedere l’offerta di bevande e prodotti alimentari coerenti con la promozione di una alimentazione sana e corretta;

6. astenersi dal promuovere o incoraggiare tra gli utenti l’utilizzo in ambito sportivo di farmaci o sostanze con possibile valenza dopante, psicostimolanti e anoressizzanti;

7. rispettare le regole del fair play e promuovere un’attività motoria con modalità di gioco ed occasione di benessere, di tipo inclusivo e non discriminatorio;

8. offrire, qualora siano previste delle attività di tipo agonistico, opportunità per consentire la prosecuzione dell’attività sportiva ai ragazzi e persone meno dotate;

9. promuovere un’attività sportiva agonistica per bambini e ragazzi che rispetti l’età evolutiva senza essere precoce, corredata da informazioni adeguate alle famiglie e adempiendo quanto riportato nella Carta dei diritti dei bambini e dei ragazzi nello sport;

10. attuare iniziative che promuovono la pratica dell’attività fisica nella vita quotidiana, in ambiente naturale e all’aperto, creando occasioni di attività motoria per tutta la popolazione e non solo per i praticanti abituali e gli agonisti

11. conformare il contenuto del materiale promozionale, pubblicitario e di descrizione dei servizi e delle attività offerte secondo quanto previsto dal Codice Etico.

Palestre che Promuovono Salute e Attività Motoria Adattata (PPS-AMA)
image

L’Attività Motoria Adattata (AMA) fa riferimento a protocolli di esercizio fisico (personalizzati o standardizzati per gruppi omogenei) che considerano le esigenze derivanti dalla presenza di una specifica patologia. Si tratta di attività finalizzate al raggiungimento di un miglior stato di salute, e vedono la collaborazione di medici del Servizio Sanitario Regionale (che pongono l’indicazione allo svolgimento dell’attività) e di professionisti dell’esercizio fisico, che operano in palestre riconosciute.
La Rete delle Palestre PPS-AMA, identificate da questo logo, quindi, è pensata per rispondere alle specifiche esigenze di salute delle persone con condizioni croniche, che rappresentano, in Emilia-Romagna, circa un quinto della popolazione tra i 18 e i 69 anni.

AFA Lombalgia cronica
AFA Artrosi della spalla
AFA Gonartrosi
AFA Coxoartrosi
AFA Parkinson
AFA Fibromialgia primaria
AFA Artroprotesi anca
AFA Cervicalgia
AFA Dorsalgia
AFA Ictus Cerebrale (aggiornamento 2023)
AFA Sclerosi Multipla (aggiornamento 2023)

 

EFA Trapianti
EFA Cardiopatie / Malattie cardiovascolari
EFA Diabete tipo 2 ed EFA
sindrome metabolica

Oltre ad aderire al Codice Etico, le Palestre PPS-AMA:
– offrono corsi di Attività Motoria Adattata tenuti da personale con laurea magistrale in Scienze e Tecniche dell’Attività Motoria Preventiva e Adattata (LM 67 o equivalente), a condizioni che favoriscano l’equità di accesso ai cittadini. Durante lo svolgimento di Attività Motoria Adattata garantiscono la riconoscibilità del Laureato tramite apposito cartellino o divisa differenziata;
– garantiscono l’aggiornamento periodico dei laureati sulla base di corsi organizzati dalle Aziende USL;
– dispongono degli spazi e delle apparecchiature eventualmente necessari per l’Attività Motoria Adattata;
– si impegnano ad alimentare i dati (flussi informativi) sulla prescrizione dell’attività motoria adattata, in collaborazione con le Azienda USL.

Per alcune condizioni, l’Attività Motoria Adattata può essere supportata anche da valutazioni periodiche presso i Servizi di Medicina dello Sport e Promozione dell’Attività Fisica delle Aziende USL. Queste valutazioni sono finalizzate ad aiutare le persone con patologia cronica a praticare le  forme di esercizio fisico più appropriate, tenendo conto non solo delle condizioni cliniche, ma anche degli obiettivi e delle preferenze personali. Le valutazioni presso i Servizi di Medicina dello sport e Promozione dell’attività fisica saranno prescritte, quando indicato, da medici del Servizio Sanitario Regionale su ricettario SSN.
Poiché i percorsi di Attività Motoria Adattata sono stati sistematizzati in tempi recenti, la Rete è in fase di rapida espansione, e in alcuni territori potrebbero non essere ancora disponibili tutti i protocolli programmati.

Per le Palestre che intendono aderire alla Rete: modalità e documenti

Palestre e Associazioni sportive che Promuovono Salute (PPS)
Le palestre e le associazioni sportive che si riconoscono nei principi e nelle finalità espresse dal Codice Etico presentano domanda di adesione, indirizzata al Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL territorialmente competente, corredata da:

Modulo per la richiesta di adesione alla rete della Palestre che promuovono salute (53 KB)

 

Palestre che Promuovono Salute e Attività Motoria Adattata (PPS-AMA)
Le palestre che vogliano svolgere attività motoria adattata presentano la richiesta di autorizzazione al Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL territorialmente competente e la dichiarazione con la tipologia di attività motoria offerta:
Modulo per la richiesta di autorizzazione all’attività motoria adattata (55 KB)
Dichiarazione di Attività Motoria Adattata offerta (69.5 KB)

Azienda USL di Parma
PEC: sanitapubblica@pec.ausl.pr.it

Azienda USL di Reggio Emilia
PEC: igienepubblicare@pec.ausl.re.it

Azienda USL  di Modena
PEC: dsp@pec.ausl.mo.it

Azienda USL di Bologna
PEC: dsp@pec.ausl.bologna.it

Azienda USL di Imola
PEC: sanitapubblica@pec.ausl.imola.bo.it

Azienda USL di Ferrara
PEC: dirdsp@pec.ausl.fe.it

Azienda USL della Romagna
PEC: direzione.dsp@pec.auslromagna.it

Riconoscimento delle palestre e controlli

Il Dipartimento di sanità pubblica dell’Azienda USL, acquisita la documentazione e verificata la completezza, trasmette il parere positivo per accogliere la richiesta:

  • alla palestra o all’associazione sportiva
  • al Comune in cui la palestra o l’associazione sportiva ha sede
  • al Settore Prevenzione collettiva e sanità pubblica della Regione Emilia-Romagna.

Ricevuto il parere positivo dalla AUSL, un apposito Atto del Settore Prevenzione collettiva e sanità pubblica della Regione Emilia-Romagna iscrive la palestra o l’associazione sportiva nella rete. Il Dipartimento di sanità pubblica e il Comune hanno il compito di verificare il rispetto di quanto dichiarato e di richiedere adeguamenti oppure la sospensione o la cancellazione della palestra dall’elenco.

Normativa e documentazione

Delibera di Giunta regionale n. 2127/2016: “Indirizzi regionali per la promozione dell’attività fisica e della prescrizione dell’esercizio fisico nelle persona con patologie croniche” e del “codice etico delle palestre e delle associazioni sportive che promuovono salute”

 

Protocolli regionali per la prescrizione dell’Attività Motoria Adattata a persone con patologie croniche

 

Codice Etico

Formazione

– Corso online “AFA ed EFA: strumenti e flussi per la palestra della salute 2.5” (dicembre 2023)
– Convegno “Palestra della Salute 2.5” (ottobre 2022)